Cantiere biografico
degli Anarchici IN Svizzera








ultimo aggiornamento: 07/11/2019 - 16:33

FILTRI:  Solo Donne  Solo di passaggio  Solo collaboratori dall'estero  Solo non anarchici  Solo non identificati  ultime modifiche 
Cantoni:
 AI AR AG BL BS BE FR GE JU GL GR LU NE
 NW OW SG SH SO SZ TI TG UR VS VD ZG ZH
inverti selezione cantoni     vedi sigle

AI Appenzello interno
AR Appenzello esterno
AG Argovia
BL Basilea campagna
BS Basilea città
BE Berna (anche città - capitale)
FR Friborgo (anche città)
GE Ginevra (anche città)
JU Giura
GL Glarona
GR Grigioni
LU Lucerna (anche città)
NE Neuchâtel (anche città)
NW Nidwaldo
OW Obwaldo
SG San Gallo (anche città)
SH Sciaffusa (anche città)
SO Soletta (anche città)
SZ Svitto (anche città)
TI Ticino
TG Turgovia
UR Uri
VS Vallese
VD Vaud
ZG Zugo (anche città)
ZH Zurigo (anche città)
    A B C D E F G H I J K L M N O P Q R S T U V W X Y Z tutto       Crea un PDF 

BROCHERI Alfredo
Operaio meccanico.

Milano, 1.7.1897 da Angelo e Flaminia Pagani - Napoli 26.9.1937

Socialista, nell'agosto 1916 viene arrestato per le grida "Abbasso la guerra". Chiamato alle armi nel novembre 1917 viene colpito da mandato di cattura per diserzione. Congedato nel maggio 1920 manifesta idee anarchiche e risulta in contatto anche con Malatesta. Nell'agosto 1920 viene arrestato per l'attentato Cova ed assolto il 23 dicembre 1921. Negli anni della dittatura diventa un attivo organizzatore di espatri clandestini attraverso la Svizzera. La rete, che si avvale di alcuni contrabbandieri, fa riferimento a Pietrino Sini, esule a Parigi. Grazie a lui espatriano anche Amleto Astolfi e Eugenio Macchi, poi aiutati da Ferdinando Balboni* di Basilea a entrare in Francia. Nel 1934 viene arrestato e confinato per 5 anni a Ventotene, poi a Ponza. Le sue condizioni di salute si aggravano sempre più e muore all'ospedale di Napoli.

FONTI: DBAI / GB /


CRONOLOGIA: