Cantiere biografico
degli Anarchici IN Svizzera








ultimo aggiornamento: 22/11/2020 - 19:28

FILTRI:  Solo Donne  Solo di passaggio  Solo collaboratori dall'estero  Solo non anarchici  Solo non identificati  ultime modifiche 
Cantoni:
 AI AR AG BL BS BE FR GE JU GL GR LU NE
 NW OW SG SH SO SZ TI TG UR VS VD ZG ZH
inverti selezione cantoni     vedi sigle

AI Appenzello interno
AR Appenzello esterno
AG Argovia
BL Basilea campagna
BS Basilea città
BE Berna (anche città - capitale)
FR Friborgo (anche città)
GE Ginevra (anche città)
JU Giura
GL Glarona
GR Grigioni
LU Lucerna (anche città)
NE Neuchâtel (anche città)
NW Nidwaldo
OW Obwaldo
SG San Gallo (anche città)
SH Sciaffusa (anche città)
SO Soletta (anche città)
SZ Svitto (anche città)
TI Ticino
TG Turgovia
UR Uri
VS Vallese
VD Vaud
ZG Zugo (anche città)
ZH Zurigo (anche città)
    A B C D E F G H I J K L M N O P Q R S T U V W X Y Z tutto       Crea un PDF 

ZIROTTI Arnolfo - Federico
Operaio, muratore

Milano 23.5.1880 da Pietro e Maria Secchi - S'ignorano luogo e data di morte

Vicino all'ambiente de La Protesta umana, è l'animatore del gruppo "Fa ciò che vuoi" di Musocco. Nel marzo 1909 è arrestato con Raimondi Luraghi, Carlo Colombo e Angelo Ambrosoli come "altro dei responsabili dei disordini e dello sparo di castagnole nei recenti comizi elettorali politici".
Assolto per insufficienza di indizi, in giugno 1909 emigra a Basilea /BS, dove lavora come muratore, e risulta attivo nel grupo anarchico della città, ma viene espulso a piede libero dopo pochi mesi. Dopo una breve parentesi milanese, si dirige a Zurigo /ZH (fa parte del gruppo XXIX luglio) poi ad Ausserhil /ZH, dove è membro del gruppo comunista anarchico. Espulso dalla Svizzera il 5 agosto 1912 per propaganda anarchica (ma ufficialmente espulso perché non si era notificato per la sua attività lavorativa di operaio) è rimpatriato a Milano.
In breve è a Marsiglia, poi a Lione. Ricercato nel 1917 perché renitente alle armi, è arrestato a Parigi nell'agosto 1918, tradotto in Italia e destinato in un reggimento di fucilieri di stanza a Parma. Congedato ritorna a Lione.


FONTI: DBAI // GB - decreto di espulsione del 5.8.1912 //


CRONOLOGIA: