Cantiere biografico
degli Anarchici IN Svizzera








ultimo aggiornamento: 11/12/2019 - 14:56

FILTRI:  Solo Donne  Solo di passaggio  Solo collaboratori dall'estero  Solo non anarchici  Solo non identificati  ultime modifiche 
Cantoni:
 AI AR AG BL BS BE FR GE JU GL GR LU NE
 NW OW SG SH SO SZ TI TG UR VS VD ZG ZH
inverti selezione cantoni     vedi sigle

AI Appenzello interno
AR Appenzello esterno
AG Argovia
BL Basilea campagna
BS Basilea città
BE Berna (anche città - capitale)
FR Friborgo (anche città)
GE Ginevra (anche città)
JU Giura
GL Glarona
GR Grigioni
LU Lucerna (anche città)
NE Neuchâtel (anche città)
NW Nidwaldo
OW Obwaldo
SG San Gallo (anche città)
SH Sciaffusa (anche città)
SO Soletta (anche città)
SZ Svitto (anche città)
TI Ticino
TG Turgovia
UR Uri
VS Vallese
VD Vaud
ZG Zugo (anche città)
ZH Zurigo (anche città)
    A B C D E F G H I J K L M N O P Q R S T U V W X Y Z tutto       Crea un PDF 

BONFANTI Enrico Raffaele

Verniciatore, pellettiere



Varese (Italia) 24.1.1901 da Vittorio e Lazzarina Losi - Varese 6.7.1964
Residente a Giubiano, comunista trotskista, arrestato a Varese il 12.6.1927 per cospirazione e propaganda, poi condannato l'8.6.28 a 5 anni di carcere a Castelfranco Emilia, ma poi ricondannato al confino il 23.8.1932 a Ventotene per 4 annI: prosciolto nel gennaio 1933 per la ricorrenza decennale del fascismo.


Ai primi dicembre 1933 espatria clandestinamente in Svizzera, partecipando a una manif di protesta davanti al Consolato tedesco di Basilea BS: arrestato per 10 giorni e espulso dalla Svizzera (prob. si trova anche a Losanna VD).


Si reca in Francia a Marsiglia e il 28.8.1936 è in Spagna come volontario (miliziano) nel centro di reclutamento di Albacete dove si arruola nelle Milizie popolari (?): prima nel Battaglione Spartaco, poi nella Colonna mobile catalana Libertad, infine nella centuria Gastone Sozzi. Alla fine di ottobre con quest'ultima passa nel Battaglione Garibaldi e in seguito nella Brigata omonima (come tenente).
Nel febbraio 1939 internato a Argèles dove fa parte del gruppo anarchico Libertà e morte, poi a Gurs. Lavori forzati in Belgio...chiesto il rimpatrio, e il 18 giugno 1940 arrestato in Italia e condannato a 5 anni a Ventotene. Nell'agosto 1943 liberato, ritorna a Varese e partecipa alle attività di organizzazione della resistenza.
Poi per un periodo, tramite il CLN, sindaco comunista a Varese.

 


FONTI:

GB / Antifascisti e combattenti e volontari nella guerra di Spagna / T. Turcato /




CRONOLOGIA: