Cantiere biografico
degli Anarchici IN Svizzera








ultimo aggiornamento: 07/11/2019 - 16:33

FILTRI:  Solo Donne  Solo di passaggio  Solo collaboratori dall'estero  Solo non anarchici  Solo non identificati  ultime modifiche 
Cantoni:
 AI AR AG BL BS BE FR GE JU GL GR LU NE
 NW OW SG SH SO SZ TI TG UR VS VD ZG ZH
inverti selezione cantoni     vedi sigle

AI Appenzello interno
AR Appenzello esterno
AG Argovia
BL Basilea campagna
BS Basilea città
BE Berna (anche città - capitale)
FR Friborgo (anche città)
GE Ginevra (anche città)
JU Giura
GL Glarona
GR Grigioni
LU Lucerna (anche città)
NE Neuchâtel (anche città)
NW Nidwaldo
OW Obwaldo
SG San Gallo (anche città)
SH Sciaffusa (anche città)
SO Soletta (anche città)
SZ Svitto (anche città)
TI Ticino
TG Turgovia
UR Uri
VS Vallese
VD Vaud
ZG Zugo (anche città)
ZH Zurigo (anche città)
    A B C D E F G H I J K L M N O P Q R S T U V W X Y Z tutto       Crea un PDF 

BOBONE Gerolamo
Calzolaio


Nato nel 1903 (?) a Girgenti (Italia) da Lorenzo -
Citt. Italiano, poi naturalizzato svizzero nel 1931.
Sposato con Elena Temussi.

Domiciliato a Castagnola /TI, poi a Paradiso/TI.

Accusato con altri [Ponti Francesco, Pelloni Elvezio, Caprani Ugo, Bizzozzero Italo, Zaccaria Eccelio, Visani Domenico, Tosi Adolfo, Quarantini Giuseppe, Caprini Alfredo, Pellegrini Piero, Dozio Libero] per i fatti luganesi del 16 settembre 1923 per aver "usato violenza morale per costringere, senza diritto, e cioè, senza esserne autorizzati dalla legge, diverse persone a svestire la camicia nera ed a rinunciare allo sbarco" . Effettivamente si trattava di fascisti locali che ritornavano a Lugano con il battello, proveniente da Porlezza; saranno poi obbligati a sbarcare alla ... forca di San Martino.

Accoglie Luigi Fabbri per qualche mese nel 1926.
Responsabile dell'Ufficio di corrispondenza degli anarchici in Ticino alla fine degli anni Venti (???) (per poco tempo, poi l'Ufficio viene assunto dal Gruppo libertario di Biasca, aderente alla Federazione anarchica ticinese, fondata a Bellinzona il 23.11.1930).
"Guardia del corpo" di Pacciardi a Lugano /TI, è membro del Partito socialista, bibliotecario della Biblioteca popolare di Castagnola da dicembre 1929.

Ma dopo esser diventato svizzero nell'estate 1931... nel 1932 scrive a Mussolini chiedendo "clemenza per il suo passato", in modo da poter "liberamente andare e venire dall'Italia", abbandonando il movimento anarchico e il partito socialista: infatti abbandona il Partito socialista (e ne viene pure espulso come traditore - Libera Stampa 1.3.1932), affigliandosi al partito liberale... Ma già dal 1933 fa parte della squadra d'azione fascista, vedi la sua presenza in un'assemblea generale fascista al Bar Argentino a Lugano il 14.12.1933 (come ricorderà 10 anni dopo Libera Stampa 23.10.1943, e 17.1.1944).

[Nel dopo guerra risulta consigliere comunale... socialista ??? a Paradiso (inizio anni 70 o si tratta di un altro Bobone Gerolamo ???].




FONTI:
GB // lettera a Vanza (1931) c/o Archivio CCV Locarno //  Risveglio 10.11.1923 per i fascisti sbarcati a Lugano // Paolo Palma, "Una bomba per il duce. La centrale antifascista a Lugano 1927-1933", Ed. Rubettino 2003 // Libera Stampa 3.11.1923, 16.12.1929, 1.3.1932 per l'espulsione dal Partito socialista, 22.1.1935 come  membro attivo del partito fascista..., 23.10.1943, 17.1.1944... //



CRONOLOGIA: