Cantiere biografico
degli Anarchici IN Svizzera








ultimo aggiornamento: 18/09/2020 - 19:08

FILTRI:  Solo Donne  Solo di passaggio  Solo collaboratori dall'estero  Solo non anarchici  Solo non identificati  ultime modifiche 
Cantoni:
 AI AR AG BL BS BE FR GE JU GL GR LU NE
 NW OW SG SH SO SZ TI TG UR VS VD ZG ZH
inverti selezione cantoni     vedi sigle

AI Appenzello interno
AR Appenzello esterno
AG Argovia
BL Basilea campagna
BS Basilea città
BE Berna (anche città - capitale)
FR Friborgo (anche città)
GE Ginevra (anche città)
JU Giura
GL Glarona
GR Grigioni
LU Lucerna (anche città)
NE Neuchâtel (anche città)
NW Nidwaldo
OW Obwaldo
SG San Gallo (anche città)
SH Sciaffusa (anche città)
SO Soletta (anche città)
SZ Svitto (anche città)
TI Ticino
TG Turgovia
UR Uri
VS Vallese
VD Vaud
ZG Zugo (anche città)
ZH Zurigo (anche città)
    A B C D E F G H I J K L M N O P Q R S T U V W X Y Z tutto       Crea un PDF 

CORSINOVI Fosca (NOBLINO Marie Thérèse)

Commessa, cuoca, infermiera



Collana anarchici e movimento operaio - PDF Free Download

 

Casellina e Torri (FI) il 24.9.1897 da Antonio e Emma Salvestri - Firenze 4.1.1972.

Si rifugia nel1923 a Marsiglia con il suo compagno Dario Castellani e la figlia Luce, dove è particolarmente attiva nel Comitato pro vittime politiche e nel Comitato pro figli di carcerati. Dopo l'espulsione di Dario si trasferisce con la figlia a Tolone, poi a Grenoble dove lavora presso la libreria di Ettore Carrozzo. Nel 1932 viene espulsa, il provvedimento in seguito sospeso grazie all'intervento dei numerosi libertari della zona.

Ai primi del 1934 si trasferisce con Francesco Barbieri a Ginevra. Qui lavora come cuoca nella mensa per i rifugiati politici della locale Camera del lavoro fino agli ultimi di luglio del 1936 quando, con Barbieri, raggiunge Barcellona.

Partecipa agli eventi come infermiera della FAIb e il 4 maggio 1937 è con Tosca Tantini, Berneri e Barbieri quando questi due ultimi vengono prelevati da agenti comunisti ed uccisi. Ripara poi in Francia nel 1939, sotto il nome di Marie Thérèse Noblino. Fermata a Saint-Tropez con la figlia nel 1941 sono inviate nel campo di Huac, e nell'ottobre 1942 è consegnata alle autorità italiane, poi confinata alle Tremiti per 5 anni (la figlia rimane in Francia, ormai 22 enne). Liberata nel 1943 ripara a Firenze dove ritrova il suo compagno Dario e viene raggiunta dalla figlia. Dopo la liberazione di Firenze partecipa alla riorganizzazione del movimento anarchico locale.

 


FONTI:

GB-DBAI  //




CRONOLOGIA: