Cantiere biografico
degli Anarchici IN Svizzera








ultimo aggiornamento: 18/09/2020 - 21:04

FILTRI:  Solo Donne  Solo di passaggio  Solo collaboratori dall'estero  Solo non anarchici  Solo non identificati  ultime modifiche 
Cantoni:
 AI AR AG BL BS BE FR GE JU GL GR LU NE
 NW OW SG SH SO SZ TI TG UR VS VD ZG ZH
inverti selezione cantoni     vedi sigle

AI Appenzello interno
AR Appenzello esterno
AG Argovia
BL Basilea campagna
BS Basilea città
BE Berna (anche città - capitale)
FR Friborgo (anche città)
GE Ginevra (anche città)
JU Giura
GL Glarona
GR Grigioni
LU Lucerna (anche città)
NE Neuchâtel (anche città)
NW Nidwaldo
OW Obwaldo
SG San Gallo (anche città)
SH Sciaffusa (anche città)
SO Soletta (anche città)
SZ Svitto (anche città)
TI Ticino
TG Turgovia
UR Uri
VS Vallese
VD Vaud
ZG Zugo (anche città)
ZH Zurigo (anche città)
    A B C D E F G H I J K L M N O P Q R S T U V W X Y Z tutto       Crea un PDF 

CIPOLLA Eligio (SIMONCINI Roberto)
Verniciatore

Milano 10.04.1868 da Enrico e Maria Tondini – Mombello 25.5.1916

Attivo nella Lega di resistenza verniciatori nel 1891, e in numerose agitazioni operaie, nel '92 cerca di convincere i disoccupati a "rifiutare la minestra e il pane che la carità loro elargiva alle cucine economiche" e durante gli scontri cerca di accoltellare un delegato della polizia. Viene condannato a 1 anno e 6 mesi di carcere. Verrà nuovamente condannato a 3 anni nel 1894, in detenzione a Piombino.
Nel 1897 emigra in Svizzera, nel Cantone Zurigo, ma, condannato nuovamente per furto, fugge in Germania dove viene rintracciato e recluso in manicomio, sotto il nome di Roberto Simoncini. Espulso dalla Germania alla fine del secolo, viene consegnato alla frontiera di Chiasso /TI, riconosciuto “maniaco” dal tribunale e internato al manicomio di Mombello, dove muore.

FONTI: DBAI // T. Marabini - La Protesta umana 31.6.1896  - La Stampa 11.2.1892 //


CRONOLOGIA: