Cantiere biografico
degli Anarchici IN Svizzera








ultimo aggiornamento: 18/09/2020 - 09:04

FILTRI:  Solo Donne  Solo di passaggio  Solo collaboratori dall'estero  Solo non anarchici  Solo non identificati  ultime modifiche 
Cantoni:
 AI AR AG BL BS BE FR GE JU GL GR LU NE
 NW OW SG SH SO SZ TI TG UR VS VD ZG ZH
inverti selezione cantoni     vedi sigle

AI Appenzello interno
AR Appenzello esterno
AG Argovia
BL Basilea campagna
BS Basilea città
BE Berna (anche città - capitale)
FR Friborgo (anche città)
GE Ginevra (anche città)
JU Giura
GL Glarona
GR Grigioni
LU Lucerna (anche città)
NE Neuchâtel (anche città)
NW Nidwaldo
OW Obwaldo
SG San Gallo (anche città)
SH Sciaffusa (anche città)
SO Soletta (anche città)
SZ Svitto (anche città)
TI Ticino
TG Turgovia
UR Uri
VS Vallese
VD Vaud
ZG Zugo (anche città)
ZH Zurigo (anche città)
    A B C D E F G H I J K L M N O P Q R S T U V W X Y Z tutto       Crea un PDF 

CIMA Enrico (Minimus)
Rancio sopra Lecco 28.6.1859 da Giovanni e Carolina Simen-Cusa - Si ignorano luogo e data di morte.

Domiciliato a Bellinzona /TI, firma come segretario corrispondente una lettera alla FG il 7.10.1876 (il presidente: Carlo Salvioni) a nome della Sezione di Bellinzona aderente alla FG.
Nel 1881, chiamato “giovane amico” dal redattore de Il Dovere con la sigla E.C. pubblica una versione libera della “cantica” di Elia Ducommun sulla catastrofe di Ems, e ne Il Lavoratore periodico socialista del 1.7.1888 con lo pseudonimo di Minimus una libera traduzione del poema di Clovis Hugues “Il diritto alla felicità”.


FONTI: Romano Broggini, "Appunti sui gruppi anarchici e libertari a Bellinzona"


CRONOLOGIA: