Cantiere biografico
degli Anarchici IN Svizzera








ultimo aggiornamento: 19/09/2020 - 19:10

FILTRI:  Solo Donne  Solo di passaggio  Solo collaboratori dall'estero  Solo non anarchici  Solo non identificati  ultime modifiche 
Cantoni:
 AI AR AG BL BS BE FR GE JU GL GR LU NE
 NW OW SG SH SO SZ TI TG UR VS VD ZG ZH
inverti selezione cantoni     vedi sigle

AI Appenzello interno
AR Appenzello esterno
AG Argovia
BL Basilea campagna
BS Basilea città
BE Berna (anche città - capitale)
FR Friborgo (anche città)
GE Ginevra (anche città)
JU Giura
GL Glarona
GR Grigioni
LU Lucerna (anche città)
NE Neuchâtel (anche città)
NW Nidwaldo
OW Obwaldo
SG San Gallo (anche città)
SH Sciaffusa (anche città)
SO Soletta (anche città)
SZ Svitto (anche città)
TI Ticino
TG Turgovia
UR Uri
VS Vallese
VD Vaud
ZG Zugo (anche città)
ZH Zurigo (anche città)
    A B C D E F G H I J K L M N O P Q R S T U V W X Y Z tutto       Crea un PDF 

CHIGNOLA Carlo (Ghignola)
Commesso cartolaio, legatore, fabbricante di carte geografiche, aiuto cameriere, sguattero, fotografo


Photograph

Brescia 12.4.1865 da Pietro e Maria Comenzoli - Si ignorano luogo e data di morte

Nel 1890 aderisce al movimento anarchico, in stretti rapporti con Gori, Carlo Crivelli e Giovanni Baracchi, coi quali è in corrispodenza e che incontra a Lugano /TI, anche dopo il loro espatrio nel 1894. Nel 1895 subisce diverse incriminazioni e condanne e nell'ottobre condannato al domicilio coatto per 30 mesi.

Nel febbraio 1896 viene emesso un nuovo mandato di cattura ma è latitante, essendo riparato in Svizzera, a Lucerna /LU, dove lavora come operaio in una fabbrica di cartoncini da fotografia. Nel maggio 1897 da Ginevra /GE viene segnalato come anarchico "istigatore, capace di tutto, attivo propagandista". In contatto con Galanti*. Membro di un gruppo anarchico a Zurigo /ZH. Sospettato di essere in possesso di esplosivi destinati all'Italia. Ben noto alla polizia zurighese. Si presume che sia in pratica la "Centrale" delle attività anarchiche [sic].
Espulso dalla Svizzera con decreto federale del 23 settembre 1898 (con un un centinaio di altri anarchici - per altre info vedi ARCHIMEDE* Guido) - si trasferisce dapprima in Lussemburgo e poi a Londra, dove si stabilisce definitivamente.

A Londra frequenta Zavattero e Giulio Rossi. Nonostante l'indulto dell'11.6.1899 (condono pena) non rientra in Italia. Alla fine degli anni Trenta, in età ormai avanzata, "percepisce il sussidio di disoccupazione e si trova in misere condizioni".




Im Mai 1897 von Genf als Anarchist signalisiert, "excité, capable de tout, actif propagandiste". Verkehrt mit Galanti. Mitglied einer Anarchistengruppe in Zürich. Stand im Verdachte im Besitz eines für Italien bestimmten Explosivkörpers zu sein. Der Zürcher Polizei wohl bekannt. Es wird vermutet, dass derselbe gewissermassen die Centrale des anarchistischen Thätigkeit sei.

FONTI:
GB-ME // DBAI  // Decreto di espulsione del Consiglio federale del 23 settembre 1898 // AFS: E21 14002, Budesanwaltschaft, Verzeichnis der Anarchisten 1889/1898 //



CRONOLOGIA: