Cantiere biografico
degli Anarchici IN Svizzera








ultimo aggiornamento: 18/09/2020 - 10:12

FILTRI:  Solo Donne  Solo di passaggio  Solo collaboratori dall'estero  Solo non anarchici  Solo non identificati  ultime modifiche 
Cantoni:
 AI AR AG BL BS BE FR GE JU GL GR LU NE
 NW OW SG SH SO SZ TI TG UR VS VD ZG ZH
inverti selezione cantoni     vedi sigle

AI Appenzello interno
AR Appenzello esterno
AG Argovia
BL Basilea campagna
BS Basilea città
BE Berna (anche città - capitale)
FR Friborgo (anche città)
GE Ginevra (anche città)
JU Giura
GL Glarona
GR Grigioni
LU Lucerna (anche città)
NE Neuchâtel (anche città)
NW Nidwaldo
OW Obwaldo
SG San Gallo (anche città)
SH Sciaffusa (anche città)
SO Soletta (anche città)
SZ Svitto (anche città)
TI Ticino
TG Turgovia
UR Uri
VS Vallese
VD Vaud
ZG Zugo (anche città)
ZH Zurigo (anche città)
    A B C D E F G H I J K L M N O P Q R S T U V W X Y Z tutto       Crea un PDF 

CAROCARI Arcangelo Lazzaro

Manovale, muratore, direttore dei lavori, piccolo impresario.



Forno di Zoldo (Belluno) 19.11.1890 da Pietro e Emma Constantin - Viganello TI 7.2.1982 (ospedale).
Fratelli: Lorenzo, Angelo* (vedi), Costanza e ...?
Citt. svizzero di San Gallo dal 1931. Sposato con Mathilde Maria Salikiewicz (1890-1951) -  Bortola Matilde Bianchi (1889-1975).

Nel 1904, non ancora 14 enne, con un passaporto che segnala la sua nascita in anticipo di un anno, emigra con il padre e il fratello Lorenzo per San Gallo, dove lavora come manovale edile per 10 h al giorno e 6 giorni settimanali, poi come apprendista muratore dal 1907.
Ritorna a Belluno nel 1911 per il servizio militare di 3 mesi. Nel febbraio 1913 si reca in Austria a Klosterneuburg lavorando in una gelateria di uno zio materno, ma pochi mesi dopo, a causa della guerra, falliscono i progetti di ampliare l'attività.
Si reca a Basilea BS, poi a San Gallo SG nel novembre 1914, da gennaio 1917 è Sciaffusa SH , poi a Herisau AR, San Gallo, Wettingen AG sempre come muratore.
A Wettingen sposa il 13.7.1920 Mathilde Maria Salikiewicz, poi si stabilisce a Butschwil SG.  A Winterthur ZH nel 1924...

Attivo nel movimento anarchico, abbonato al Risveglio anarchico, conosce Luigi Bertoni in una delle sue tournée a San Gallo. Nel 1931 è direttore dei lavori di cantiere, poi diventa piccolo impresario, ottenendo nello stesso anno la nazionalità svizzera.  Risulta a Rorschach SG dal 1934 al 1939...

Nel 1951, prob. a San Gallo, alla morte della moglie dà continuità all'attività di un chiosco della stessa fino al 1955.
Acquista in previsione della prossima pensione un terreno in Ticino, a Gentilino nel 1954, dove costruisce una villetta nel 1955. Nello stesso anno, a Gentilino sposa il 3.9.1955 Matilde Bortola Bianchi.

Nella seconda metà degli anni Settanta, contatta alcuni anarchici in Italia (tra cui Pio Turroni) per poi dar vita con dei giovani anarchici italiani all'Associazione culturale libertaria A. e B. Carocari, che darà il via al Centro studi libertari G. Pinelli di Milano nel 1977, finanziando alcuni convegni internazionali di Venezia: "Studi bakuniniani" 24-26.9.1976, "I Nuovi padroni" 25-27.3.1978, "Studi sull'autogestione" 28-30.9.1979.

Più tardi, con qualche dissidio con i compagni italiani, contatta Antonietta Peretti di Bellinzona TI e con degli anarchici in Svizzera, fonda l'Associazione socialista libertaria Luigi Bertoni, con lo scopo di finanziare alcune attività del Movimento anarchico, in Svizzera e all'estero.

Nel CPC di Roma risulta segnalato, come antifascista, dal 1930 al 1943, vi è una scheda biografica nel fascicolo e viene iscritto alla Rubrica di frontiera - busta 1102.

Il fratello Lorenzo, nato a Forno Di Zoldo nel 1887, risulta immigrato in CH, nel CPC di Roma viene segnalato (come socialista) dal 1929 al 1939, carpentiere poi impresario, iscritto alla Rubrica di frontiera - busta 1102.


FONTI:

GB / "La mia vita", dattiloscritto autobiografico, 1980 / inserito come antifascista nel Casell. politico centrale di Roma - non visionato / ricordi e info di GB /




CRONOLOGIA: