Cantiere biografico
degli Anarchici IN Svizzera








ultimo aggiornamento: 16/06/2019 - 11:43

FILTRI:  Solo Donne  Solo di passaggio  Solo collaboratori dall'estero  Solo non anarchici  Solo non identificati  ultime modifiche 
Cantoni:
 AI AR AG BL BS BE FR GE JU GL GR LU NE
 NW OW SG SH SO SZ TI TG UR VS VD ZG ZH
inverti selezione cantoni     vedi sigle

AI Appenzello interno
AR Appenzello esterno
AG Argovia
BL Basilea campagna
BS Basilea città
BE Berna (anche città - capitale)
FR Friborgo (anche città)
GE Ginevra (anche città)
JU Giura
GL Glarona
GR Grigioni
LU Lucerna (anche città)
NE Neuchâtel (anche città)
NW Nidwaldo
OW Obwaldo
SG San Gallo (anche città)
SH Sciaffusa (anche città)
SO Soletta (anche città)
SZ Svitto (anche città)
TI Ticino
TG Turgovia
UR Uri
VS Vallese
VD Vaud
ZG Zugo (anche città)
ZH Zurigo (anche città)
    A B C D E F G H I J K L M N O P Q R S T U V W X Y Z tutto       Crea un PDF 

ROBIN Paul, Charles, Louis, Jean - detto Bripon, Vindex
Insegnante, professore, direttore dell'Orphelinat Prévost a Cempuis, neomaltusiano.



Tolone 3.4.1837 – Parigi 1.9.1912.

Sposato nel 1868 con Alna Delesalle (7 figli, di cui 3 morti piccoli).

Dopo aver ultimato la Scuola normale superiore nel 1861, è insegnante di scienze naturali e di francese a Bruxelles, poi espulso per propaganda internazionalista il 26.7.1869. Giunge in Svizzera, conosce Bakunin, è membro della Sezione centrale di Ginevra, collabora alla rivista l'Egalité, diventa membro dell'Alleanza, partecipa al IV Congresso generale dell'Internazionale di Basilea (6-12.9.1869) su posizioni federaliste, accanto ai giurassiani.
In una serie di articoli pone i principi dell'educazione integrale nella rivista Philosophie positive (settembre 1869).
Ritorna in Francia nel febbraio 1870, arrestato in quanto internazionalista si reca a Bruxelles, nuovamente espulso si reca a Brest, poi fugge a Londra e diventa membro del Consiglio generale dell'Internazionale nell'ottobre 1870. In questa posizione può tentare di difendere i collettivisti giurassiani non invitati alla Conferenza di Londra del 17-23 settembre 1871, ma queste prese di posizioni gli provocheranno l'espulsione dal Consiglio generale diretto da Marx ed Engels.
Supplente dal 1874 per l'insegnamento del francese alla Scuola militare di Woolwich (GB), collabora al Bulletin della FG dal gennaio 1875. Collabora al "Dictionnaire pédagogique" di Ferdinand Buisson, il quale su suggerimento di James Guillaume dapprima gli propone un posto di ispettore dell'insegnamento primario a Blois nel 1879 per un anno (dove raccomanda agli insegnanti la pratica del disegno, musica, visite, ricerche scientifiche e fonda un circolo pedagogico della Loir-et-Cher).
Poco apprezzato dalla gerarchia per le sue novità, Buisson lo invita dal 1880 alla direzione dell'Orphelinat Prévost a Cempuis, di cui sarà il responsabile fino al 1894 con la collaborazione di Paul Guilhot e Charles Delon ("né punizioni né ricompense" - in classi miste dai 4 ai 16 anni, saranno accolti in 14 anni più di 600 allievi; creerà 19 laboratori, dalla fotografia all'edilizia, panetteria, stampa, ecc...che gli procureranno una certa autonomia finanziaria - tra l'altro insegnamento della stenografia). Nel 1892, poi dal 1894 si scatenano gli attacchi contro le innovazioni e la neutralità religiosa dell'istituto, anche contro Buisson, che per salvare il metodo educativo della scuola, sacrifica il direttore, licenziato il 31.8.1894.
Partecipa attivamente alla lotta neo-maltusiana fondando la Ligue de la régénération humaine nel 1896, poi sostenuto da numerosi ambienti rivoluzionari ed anarchici (Sébastien Faure, Nelly Roussel, Marie Huot, Jeanne Dubois, ecc.) e in particolare da Eugène e Jeanne Humbert dal 1902. In seguito sorgono dei conflitti con gli Humbert nel 1908 che fonderanno un proprio gruppo Génération consciente...
Nel 1910 collabora alla fondazione dell'Ecole Ferrer di Losanna /VD: "Très attaché à la fondation de l'Ecole Ferrer de Lausanne, il laissa à celle-ci, tout ce qui lui restait de Cempuis, matériel scolaire et livres pédagogiques qui constituent un fonds de travail admirable" (Wintsch 1912) e nel 1911, in un soggiorno in Svizzera, quando viene licenziato il docente Duvaud - dall'Ecole Ferrer - per incompetenza, parteggia apertamente con la direzione della stessa per tale decisione dichiarando che "... Stimo nullo questo preteso insegnamento" (Réveil 1911).
In solitudine, stanco di una vita piena di azione e di tumulti, sceglie per il suo suicidio il giorno di anniversario della sua revoca da Cempuis.

FONTI:
GB // Guillaume // Rév. 15.4.1911 // Maitron // Jean Wintsch in Le Réveil, Ginevra, "Un défenseur de l'enfance", settembre 1912 //



CRONOLOGIA: