Cantiere biografico
degli Anarchici IN Svizzera








ultimo aggiornamento: 16/06/2019 - 11:43

FILTRI:  Solo Donne  Solo di passaggio  Solo collaboratori dall'estero  Solo non anarchici  Solo non identificati  ultime modifiche 
Cantoni:
 AI AR AG BL BS BE FR GE JU GL GR LU NE
 NW OW SG SH SO SZ TI TG UR VS VD ZG ZH
inverti selezione cantoni     vedi sigle

AI Appenzello interno
AR Appenzello esterno
AG Argovia
BL Basilea campagna
BS Basilea città
BE Berna (anche città - capitale)
FR Friborgo (anche città)
GE Ginevra (anche città)
JU Giura
GL Glarona
GR Grigioni
LU Lucerna (anche città)
NE Neuchâtel (anche città)
NW Nidwaldo
OW Obwaldo
SG San Gallo (anche città)
SH Sciaffusa (anche città)
SO Soletta (anche città)
SZ Svitto (anche città)
TI Ticino
TG Turgovia
UR Uri
VS Vallese
VD Vaud
ZG Zugo (anche città)
ZH Zurigo (anche città)
    A B C D E F G H I J K L M N O P Q R S T U V W X Y Z tutto       Crea un PDF 

REINSDORF Friedrich August (Ps: PENZENBACH John)
Tipografo

Pegau (Leipzig) 31.1.1849 –  Halle 7.2.1885.

Rifiuta il servizio militare nel 1870 e si rifugia a Losanna /VD (ma secondo la polizia risulta pure a Zurigo, Friborgo. presso Victor Otter, Ginevra, Berna...).
Socialdemocratico, un suo compagno, Emile Werner, lo conquista alle idee anarchiche. Fonda con Kahn nel febbraio 1876 una Sezione a Losanna aderente alla FG e con lo stesso sviluppa un'agitazione assai rumorosa, ma non molto organizzata (secondo Guillaume). Il 7.5.1876 prende la parola in uno sciopero di carradori e fabbri carrozzai a Losanna, alla presenza di 500 operai. Arrestato con Kahn a Losanna nel mese di giugno 1876 e condannato a 5 giorni per “attentato alla libertà del lavoro, ingiurie, e minacce” contro dei padroni. Seguirà un'assemblea del 25.6.1876 assai numerosa, con la partecipazione di Brousse, Zukovskij, Chevillard, Kahn e Reinsndorf (Kahn è condannato a fr. 20 di multa, espulso dal Canton Vaud, si stabilisce a Ginevra). Reinsdorf è assolto; si trasferisce poi a Ginevra. Collabora alla rivista “Arbeiter-Zeitung” di Berna, pubblicata dal 15.7.1876 con Brousse, Kachelhofer, Emile Werner, Kropotkin. Delegato del Sozial-Verein di Berna all'VIII Congresso generale dell'Internazionale antiautoritaria, svoltasi a Berna il 26/29.10.1876.
Nell'aprile 1877 con Kropotkin, Paul Brousse ed altri scrive uno statuto per un Anarchistische-kommunistische Partei deutscher Sprache, e nello stesso mese rientra in Germania, a Lipsia. Più tardi ricercato dalla polizia ritorna provvisoriamente in Svizzera, cono­sce Jean Most a Freibourg (Germania) e collabora al suo giornale Freiheit pubblicato a Londra nel 1879 (i gruppi anarchici tedeschi potevano distribuire clandestinamente in Germania 4500 esemplari di Freiheit). Partecipa ad una riunione con Krtopotkin, Reclus, Herzig, Otter e una trentina di anarchici all'incontro del 12.9.1880 a Vevey per la diffusione del Freiheit.  Nel 1881 lavora a Friborgo /FR.
Accusato nel 1881 di aver abusato di una minorenne e condannato in contumacia a 3,5 anni, ma poi completamente scagionato dopo un suo ricorso (vedi lettera di Herzig), ritorna in Baviera, poi a Berlino, dove è intenzionato ad attentare il Reichstag e viene arrestato e incarcerato. Nel 1881 è liberato (assenza di prove), si reca a Monaco, Inghilterra, poi in Germania con il nome di John Penzenbach.
Nel settembre 1883 per il fallito attentato contro l'imperatore Guglielmo I di Germania a Niederwald presso Rudesheim-sur-le Rhin in occasione della grande festa patriottica per l'inaugurazione del monumento alla Germania (R., è malato, due amici si incaricarono di far scoppiare la bomba: fallito l'attentato per la corda bagnata, furiosi la gettano in un ristorante e fanno una strage...), viene arrestato l'11.1.1884. Condannato a morte verrà decapitato il 7 febbraio 1885 con Küchler e davanti al ceppo grida: "Viva l'anarchia! Abbasso la barbarie!".


FONTI:
GB / Guillaume / P.C. Masini, "Storia degli anarchici italiani", 1974 / Rév. 7.2.1931, 21.2.1931 a firma Max Schutte / Journal de Genève, 6.1.1885 precisazioni di Herzig  / Gazette de Lausanne 11.2.1885 e 12.2.1885 /



CRONOLOGIA: