Cantiere biografico
degli Anarchici IN Svizzera








ultimo aggiornamento: 18/09/2020 - 10:23

FILTRI:  Solo Donne  Solo di passaggio  Solo collaboratori dall'estero  Solo non anarchici  Solo non identificati  ultime modifiche 
Cantoni:
 AI AR AG BL BS BE FR GE JU GL GR LU NE
 NW OW SG SH SO SZ TI TG UR VS VD ZG ZH
inverti selezione cantoni     vedi sigle

AI Appenzello interno
AR Appenzello esterno
AG Argovia
BL Basilea campagna
BS Basilea città
BE Berna (anche città - capitale)
FR Friborgo (anche città)
GE Ginevra (anche città)
JU Giura
GL Glarona
GR Grigioni
LU Lucerna (anche città)
NE Neuchâtel (anche città)
NW Nidwaldo
OW Obwaldo
SG San Gallo (anche città)
SH Sciaffusa (anche città)
SO Soletta (anche città)
SZ Svitto (anche città)
TI Ticino
TG Turgovia
UR Uri
VS Vallese
VD Vaud
ZG Zugo (anche città)
ZH Zurigo (anche città)
    A B C D E F G H I J K L M N O P Q R S T U V W X Y Z tutto       Crea un PDF 

MONNET René Ulysse

Operaio orologiaio



Neuchâtel 10.5.1907 - Ginevra 26.2.1999.
Originario di Noiraigues/NE

Domiciliato a Ginevra.
Nel luglio 1936 viene condannato a 30 giorni di prigione con la condizonale per aver imbrattato con altri [Lucien-Emile-Raymond Fazan, Oscar Gavillet, Albert-Georges Bernard, André Lyard (Liard), Roger Pollet] il 2-3 marzo la cattedrale di St-Pierre in protesta contro la guerra dell'Italia contro l'Abissinia, dove i preti ed i pastori avevano benedetto i cannoni... In aggiunta scrivono pure "Vive Tronchet! Vive l'anarchie!" (Fazan e Gavillet sono condannati a 45 giorni, Monnet, Bernard, Lyard e Pollet a 30 giorni con la condizionale). Membri del Cercle socialiste de la rive gauche, per questa faccenda è loro richiesta le dimissioni.

Raggiunge la Spagna nel gennaio 1937, miliziano nella Colonna Ascaso della Sezione italiana sul fronte di Huesca (dove conosce Minnig*), poi nella  Colonna Durruti fino a giugno 1937. In seguito lascia il fronte per Barcellona lavorando come autista macchinista in una fabbrica tessile fino alla fine del 1937. Senza lavoro, rientra in Svizzera nel gennaio 1938. È condannato dal Tribunale militare il 22 giugno 1938 a 1 mese di detenzione.

 


FONTI:

GB // Ulmi-Huber // A. Minnig, "Diario di un volontario svizzero nella guerra di Spagna", La Baronata 1986 //  "Pour le bien de la révolution, Albert Minnig- Edi Gmür" a cura di Marianne Enckell, CIRA Lausanne 2006 // Huber, Schw. Spanienfreiwilligen // Journal de Genève, 11.3-13.3-24.7.1936 // Lista dei miliziani in partenza per il fronte Huesca il 23 gennaio 1937, Cuartel Espartaco, Milicias antifascistas, Columna Ascaso, Grupo italiano, Barcelona 22.1.1937 //




CRONOLOGIA: