Cantiere biografico
degli Anarchici IN Svizzera








ultimo aggiornamento: 11/12/2019 - 14:56

FILTRI:  Solo Donne  Solo di passaggio  Solo collaboratori dall'estero  Solo non anarchici  Solo non identificati  ultime modifiche 
Cantoni:
 AI AR AG BL BS BE FR GE JU GL GR LU NE
 NW OW SG SH SO SZ TI TG UR VS VD ZG ZH
inverti selezione cantoni     vedi sigle

AI Appenzello interno
AR Appenzello esterno
AG Argovia
BL Basilea campagna
BS Basilea città
BE Berna (anche città - capitale)
FR Friborgo (anche città)
GE Ginevra (anche città)
JU Giura
GL Glarona
GR Grigioni
LU Lucerna (anche città)
NE Neuchâtel (anche città)
NW Nidwaldo
OW Obwaldo
SG San Gallo (anche città)
SH Sciaffusa (anche città)
SO Soletta (anche città)
SZ Svitto (anche città)
TI Ticino
TG Turgovia
UR Uri
VS Vallese
VD Vaud
ZG Zugo (anche città)
ZH Zurigo (anche città)
    A B C D E F G H I J K L M N O P Q R S T U V W X Y Z tutto       Crea un PDF 

BONNOT Jules Joseph
meccanico



Pont-de-Roide 14.10.1876 - Choisy-le-roi 28.4.1912
.
Sposato con Eugénie Burdet.

Dopo il suo servizio militare di 3 anni e un matrimonio nel 1901, ottiene un impiego nelle ferrovie alla frontiera franco-svizzera.

Lavora in seguito nel 1906 come aiuto meccanico in due garage a Ginevra /GE (sotto il nome di Louis Chassagnat), ma verrà espulso con la moglie dal Canton Ginevra nel 1907.
I coniugi si stabiliscono a Lione, dove Jules lavora in un'officina meccanica (la moglie  Eugénie lo lascerà poco dopo, rifugiandosi con il figlio presso la madre a Ginevra ). Nel 1909 (o 1911?) rientra a Ginevra - secondo alcune fonti Bonnot ha minacciato la moglie di morte e di voler rapire il figlio -  dove viene ricercato per numerosi furti ecc., ma riesce a sfuggire alla cattura, rientrando a Lione: arrestato non viene estradato in quanto cittadino francese e viene scarcerato poco dopo.

In seguito fabbrica moneta falsa, effettua furti, scassina casseforti, ecc. Ricercato dalla polizia fugge da Lione e raggiunge a Parigi gli anarchici individualisti che pubblicano "l'Anarchie" e che vivono in comunità a Romainville. La sua esperienza di autista, la sua determinazione non mancano di influenzare i futuri membri della banda. Inizieranno poi diverse rapine in società e banche, ecc..
Viene reperito dalla polizia il 28 aprile 1912 e Bonnot,  crivellato di colpi, morirà al suo arrivo all'ospedale.

FONTI:
GB // Ephemeride anarchiste // Journal de Genève  2.12.1911 // Gazette de Lausanne 28.3.1912 // Rév. 11.5.1912 //



CRONOLOGIA: