Cantiere biografico
degli Anarchici IN Svizzera








ultimo aggiornamento: 18/09/2020 - 18:43

FILTRI:  Solo Donne  Solo di passaggio  Solo collaboratori dall'estero  Solo non anarchici  Solo non identificati  ultime modifiche 
Cantoni:
 AI AR AG BL BS BE FR GE JU GL GR LU NE
 NW OW SG SH SO SZ TI TG UR VS VD ZG ZH
inverti selezione cantoni     vedi sigle

AI Appenzello interno
AR Appenzello esterno
AG Argovia
BL Basilea campagna
BS Basilea città
BE Berna (anche città - capitale)
FR Friborgo (anche città)
GE Ginevra (anche città)
JU Giura
GL Glarona
GR Grigioni
LU Lucerna (anche città)
NE Neuchâtel (anche città)
NW Nidwaldo
OW Obwaldo
SG San Gallo (anche città)
SH Sciaffusa (anche città)
SO Soletta (anche città)
SZ Svitto (anche città)
TI Ticino
TG Turgovia
UR Uri
VS Vallese
VD Vaud
ZG Zugo (anche città)
ZH Zurigo (anche città)
    A B C D E F G H I J K L M N O P Q R S T U V W X Y Z tutto       Crea un PDF 

MONTICELLI Carlo

Giornalista, sarto



Monselice (Padova) 25.10.1857  da Martino e Elisabetta Oliveti - Roma, agosto 1913

Nel 1877 invita Andrea Costa nella città natale per fondarvi una sezione dell'Internazionale, con la collaborazione anche del padre e del fratello Antonio.

Nel 1880 partecipa al Congresso anarchico di Chiasso /TI come delegato del Veneto. Collabora con Covelli (redattore responsabile) e Cafiero a I Malfattori, settimanale stampato a Ginevra dal 21.5.1881 al 1.7.1881. Accusato di incitamento alla rivolta per avere inviato ad amici italiani la raccolta di poesie "Alla Rivoluzione", viene arrestato nel 1881 al ritorno dalla Svizzera, dove aveva raggiunto Cafiero, e poco dopo prosciolto. Dopo il quindicesimo sequestro del Tito Vezio, avvenuto il 9.4.1883 fugge dapprima in Svizzera e poi a Parigi, per evitare 28 mesi di carcere... (vedi DBAI).

 


FONTI:

GB // DBAI / info di Gustavo Buratti marzo 2016 /




CRONOLOGIA: